Come proteggere le finestre dalla pioggia con dei piccoli accorgimenti

Consigli utili su come proteggere le finestre dalla pioggia

Macchie, colore sbiadito o addirittura infiltrazioni di acqua. La resistenza degli infissi viene messa a dura prova dall’attacco degli agenti atmosferici: sole, vento e specialmente dalla pioggia.

Le aggressioni continue a lungo andare possono deteriorare le caratteristiche dei serramenti che potrebbero non chiudere più bene o presentare spifferi che lasciano trapelare aria fredda e acqua in caso di temporali. Prima di arrivare a questo punto è bene domandarsi come prevenire il problema e come proteggere le finestre dalla pioggia per mantenere la loro efficienza inalterata il più a lungo possibile nel tempo.

Qualche accorgimento per proteggere le finestre dagli agenti atmosferici

Per proteggere le finestre dalla pioggia e dagli altri agenti atmosferici si può pensare di ripararle installando una tettoia o una tenda da sole. Questi elementi potrebbero rappresentare una soluzione, tuttavia non sempre possono essere applicati.
Altra opzione potrebbe essere quella di effettuare dei trattamenti sugli infissi per evitare che si rovinino. Ricordiamo che a soffrire di più dell’attacco degli agenti atmosferici sono i vecchi infissi, specie quelli realizzati in legno, che necessitano di una manutenzione periodica accurata se si vogliono mantenere inalterate le loro caratteristiche estetiche e le loro prestazioni. Il discorso non vale per altre tipologie di infissi. Alcuni serramenti, più di altri, rispondono meglio all’attacco degli agenti esterni, garantendo al tempo stesso elevate performance di isolamento termico e acustico. Ci riferiamo a infissi di ultima generazione come quelli in PVC e in alluminio a taglio termico.

Come proteggere le finestre dalla pioggia scegliendo gli infissi giusti

Se i tuoi infissi sono vecchi e rovinati, è inutile domandarsi come proteggere le finestre dalla pioggia, la cosa migliore che puoi fare è sostituirle con modelli più nuovi e performanti.

Per scegliere un buon infisso puoi valutare i suoi indici di prestazione facendo riferimento a tre parametri:

1. La permeabilità all’aria, regolamentata dalla norma UNI EN 12207 che classifica 4 diverse classi di permeabilità.

2. La tenuta all’acqua, il cui riferimento è la norma UNI EN 12208 che classifica 9 classi di tenuta che vanno dalla 1A alla 9A.

3. La resistenza al vento, la cui norma di riferimento è la UNI EN 12210 che classifica l’infisso in base a la pressione del vento in 5 classi (1-2-3-4-5) e le deformazioni subite (A,B,C), abbinando entrambi i codici.

Quali infissi scegliere?

Degli infissi che rispondono a queste caratteristiche sono quelli in PVC o in alluminio a taglio termico di Schulz.

In particolare, gli infissi in PVC resistono bene agli agenti atmosferici e alla pioggia in quanto il PVC è un materiale versatile, resistente, che richiede poca manutenzione.
L’alluminio, invece, è un materiale poco isolante che può risentire della troppa umidità, ma tale caratteristica non sussiste scegliendo infissi in alluminio a taglio termico, che sono dotati di un materiale isolante al loro interno.

Vuoi saperne di più? Contattaci!

Gli infissi in PVC di Schulz Italia

Scopri le linee dei nostri serramenti e infissi

Contattaci

Per qualsiasi informazione puoi contattarci da questo form, un nostro operatore ti risponderà al più presto.

Per invio preventivi, richiesta informazioni generiche e commerciali: preventivi@schulzitalia.com

Resta aggiornato:

Iscriviti alla newsletter di Schulz per ricevere sempre nuovi contenuti...