Quanto costano gli infissi blindati in pvc?

Guida alla scelta: ecco quanto costano gli infissi blindati in pvc

Hai sentito di furti vicino casa tua o vorresti comunque mettere in sicurezza la tua abitazione? A volte per entrare in casa, un ladro impiega meno tempo di quello necessario al proprietario munito di chiave. Ma niente panico: ci sono, infatti, diversi modi per proteggere una casa o un appartamento dall’ingresso di malintenzionati.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente qualche accorgimento che spinga gli ospiti indesiderati ad “alzare i tacchi” e andarsene, come: un rafforzamento della serratura, una porta blindata e delle finestre antisfondamento.Ma quanto costano gli infissi blindati in pvc?

Inferriate vs finestre blindate

In un furto il fattore tempo è determinante, le grate alle finestre fungono quindi da deterrente. Tuttavia puoi scegliere di dotare la tua casa di infissi belli, nuovi e, allo stesso tempo, molto più sicuri. Le finestre blindate di ultima generazione, infatti, svolgono proprio questa funzione: forzarle richiede diverse decine di minuti e questo spinge un eventuale ladro ad abbandonare l’impresa.

Quanto costano gli infissi blindati in pvc?

La maggior parte delle persone si concentra su quanto costano gli infissi blindati in pvc anziché considerare il fattore più importante di queste finestre: il loro livello di protezione.

La classe antieffrazione, o classe di sicurezza, è una classificazione che ci aiuta a capire il livello di resistenza di una finestra all’attacco di un malintenzionato che prova a scassinarla munito di attrezzi come cacciaviti o piede di porco. Tale valore, indicato dalla sigla RC (Resistance Class) ci fa capire il tempo che si deve impiegare per forzare la finestre e anche il rumore che un ladro potrebbe produrre usando trapani o seghe elettriche. Vi sono diverse classi di resistenza, suddivise in base a una procedura di prova eseguita utilizzando gli attrezzi usati dai ladri per compiere i furti.

Gli infissi blindati per uscire di casa e dormire più sicuri!

Se devi installare nuove finestre antieffrazione, devi scegliere il modello che ti assicura i migliori risultati in termini di sicurezza, ma anche di efficienza e risparmio energetico.

La finestra Sekur di Schulz è la prima finestra di sicurezza in Italia che vanta la certificazione di resistenza RC3, in base alla norma UNI EnV 1627-1630. La classe RC3 viene assegnata ai serramenti che restano ancora chiusi dopo un tentativo di effrazione di circa 20 minuti, messo in atto con attrezzi convenzionali come cacciaviti di diverse lunghezze, cunei in legno e plastica, pinza, giratubi, chiavi inglesi, piede di porco, filo di acciaio, coltello, martello, cacciaspina, trapano manuale, tubo di prolunga in acciaio.

Ecco le garanzie di Sekur:

1. I vetri sono stratificati 44.6, una categoria di resistenza P5A che abbinata all’innovativo sistema di incollaggio sull’anta, garantisce elevati standard di resistenza allo scasso.

2. La ferramenta è avvitata in modo perimetrale su un rinforzo in acciaio: questo sistema unico e innovativo garantisce elevatissimi valori di resistenza.

3. I nottolini antistrappo sono inseriti dentro riscontri in acciaio, avvitati sul rinforzo del telaio: un sistema invulnerabile ai tentativi di effrazione.

Se tutto ciò non fosse ancora abbastanza, hai un altro buon motivo per acquistare una finestra Sekur: grazie alla collaborazione con Allianz, chi acquista almeno un serramento di questa linea può avere un anno di polizza assicurativa sulla casa. La polizza protegge sia il contenuto dell’abitazione (apparecchi elettronici, mobili, vestiario ecc.), sia gli oggetti riposti in garage o in cantina. Vengono inoltre coperti eventuali danni arrecati ai serramenti antieffrazione.

Vuoi saperne di più? Contattaci per sapere come mettere in sicurezza la tua casa montando finestre antieffrazione!

Scopri le linee dei nostri serramenti e infissi

Resta aggiornato:

Iscriviti alla newsletter di Schulz per ricevere sempre nuovi contenuti...