Perchè si appanna il vetro

perche-appanna-vetro2perche-appanna-vetro1perche-appanna-vetro3perche-appanna-vetro4

Se al mattino, sul vetro esterno  delle tue finestre vedi formarsi della condensa, non devi preoccuparti, anzi … significa che le prestazioni termiche delle tue finestre sono eccellenti ! Vuoi sapere cosa succede?

Perché si appanna il vetro
Negli ultimi tempi, di tanto in tanto si presenta un fenomeno, che nel passato raramente si verificava: la condensa nella parte esterna del vetro.
Chi ha appena sostituito i serramenti con nuovi, ad alte prestazioni, a volte reagisce deluso o arrabbiato perché si può verificare il fenomeno della condensa e lo attribuisce ad un reclamo. Ha ragione? Per rispondere a questa domanda bisogna osservare il fenomeno più da vicino.

Condensa nella parte esterna del vetro.
I vetri si appannano per due motivi:

  • 1. hanno una temperatura inferiore a quella dell’aria esterna;
  • 2. l’aria può assumere una certa quantità di umidità e più ne contiene più è calda;

se l’aria umida incontra il vetro freddo, si raffredda scaricando sulla sua superficie una parte dell’umidità.
L’acqua condensa sul vetro e il vetro si appanna.
Nelle zone molto umide come ad esempio zone montane o in vicinanza di cascate, soprattutto nelle prime ore del mattino, si può verificare che l’aria si riscaldi prima del vetro formando così la condensa. Questo in realtà non è nient’altro che lo stesso fenomeno della formazione della rugiada sull’erba.
I vetri più colpiti sono quelli dei lucernari che di notte si raffreddano più delle finestre verticali, visto che sono rivolti verso il freddo cielo notturno.
Ma perché questo fenomeno non si è verificato con i vecchi vetri? La risposta è semplice: il vecchio vetro aveva un valore termico decisamente più basso, per questo motivo c’era più dispersione di calore nella stanza e la temperatura del vetro esterno rimaneva sempre più alta. Con i vetri ad isolamento termico questo non accade. L’isolamento tra la lastra interna del vetro e quella esterna funziona da barriera, il calore rimane nella stanza e la lastra di vetro esterna rimane fredda. In questo modo temporaneamente si forma la condensa come descritto.

Condensa nella parte interna del vetro.
La condensa sui vetri con lastre isotermiche ad alte prestazioni è più rara che con le vecchie lastre di vetro per questo motivo: il maggior isolamento termico fa sì che la temperatura della superficie della lastra di vetro rimanga quasi come quella della stanza. Quindi solo in presenza di vapore caldo, per esempio quando si cucina oppure in bagno, il vetro si appanna.
È quindi necessario cambiare regolarmente l’aria nella stanza altrimenti l’umidità contenuta nell’ambiente può fare condensa sui muri!

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Resta aggiornato:

Iscriviti alla newsletter di Schulz per ricevere sempre nuovi contenuti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 17 =