Finestre blindate, aumentano il valore della casa

La sicurezza in casa, un valore che conta

Quello della sicurezza in casa è un tema a cui gli italiani si dimostrano sempre più sensibili e questa crescente attenzione, che si moltiplica nei mesi estivi, si riflette anche sul mercato immobiliare.

Secondo un’analisi di Immobiliare.it, le abitazioni dotate di sistemi “a prova di ladro” valgono il 21% in più rispetto alla media in caso di locazione e il 7% in più in caso di vendita. «Premia avere l’impianto di allarme o la porta blindata – spiega Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it – Ma anche avere  una casa vicina a una stazione di polizia o a una caserma dei carabinieri arriva a valere fino al 5% in più rispetto a un immobile equivalente ma distante da questi punti». Ma ecco qual è il grado di sicurezza delle case degli italiani:

    • Il patrimonio immobiliare italiano sul mercato non risponde ancora all’esigenza di sicurezza: solo una casa su tre (33%) è infatti dotata di porte o finestre blindate, mentre soltanto nel 10% delle abitazioni è stato installato un impianto di allarme.
    • Nonostante nella percezione di molti italiani avere una portineria che vigili sul proprio stabile, almeno durante la giornata, sia una sicurezza non indifferente, solo il 2,9% degli immobili in vendita e in affitto in Italia ne vanta la presenza.
    • Supera di poco questa percentuale, quella delle case dotate di sistemi di allarme (10%) o di videocitofoni, che risultano in dotazione in appena il 15% degli annunci.
    • Ci sono regioni più avanti in fatto di sicurezza e regioni dove i proprietari investono meno. Guardando alla presenza di una portineria per l’intera giornata, per esempio, la Lombardia detiene il record assoluto, con l’11% degli annunci che ne indicano la presenza.
    • Altre regioni con alta percentuale di portinai sono il Lazio e la Campania, dove si arriva a superare il 9,5%.
    • Il podio differisce per quanto riguarda le porte e finestre blindate: le regioni ad esserne più fornite sono Lombardia (47%), Lazio (46%) e Piemonte (43%).
    • Nonostante la Lombardia sia prima anche per quanto riguarda la presenza di impianti di allarme nelle abitazioni, la percentuale in questo caso si abbassa al 20% degli annunci, seguita da Piemonte e Veneto con il 15%.

 

 

 

L’unica finestra che lascia fuori i ladri, scopri di più 
Sekur® by Schulz

Fonte:
Enti e tribunali

Resta aggiornato:

Iscriviti alla newsletter di Schulz per ricevere sempre nuovi contenuti...