Finestre antieffrazione: come valutare la classe di resistenza RC3

Cosa si intende per finestre antieffrazione e cos’è la classe di resistenza rc3

 

Ognuno di noi desidera una casa confortevole dove sentirsi sicuro e protetto. L’idea che qualcuno possa violare il nostro spazio non è piacevole, ma è un rischio reale. Sappiamo infatti che i furti nelle abitazioni continuano a essere frequenti e quello che possiamo fare è difenderci rendendo difficile il lavoro di potenziali malintenzionati montando per esempio le finestre antieffrazione.

Nella maggior parte dei casi, infatti, i ladri entrano nelle abitazioni attraverso le finestre: scardinano l’anta, la perforano per muovere la ferramenta e rompono il vetro. Per forzare una normale finestra impiegano circa un paio di minuti e sono necessari attrezzi semplici, come un piede di porco o un cacciavite. Diverso è il discorso se invece incontrano finestre antieffrazione: la particolarità di questi serramenti è che per forzarli sono necessari decine di minuti e visto che in un furto il fattore tempo è determinante, rappresenta un importante deterrente per il malintenzionato.

Come riconoscere delle finestre antieffrazione davvero valide?

La sigla RC (Resistance Class) classifica la proprietà antieffrazione di un serramento. Le diverse classi di resistenza sono normate dalla Comunità Europea e vengono suddivise in base a procedure di prova utilizzando gli stessi strumenti impiegati dai ladri per forzare le finestre.

Un serramento con classe di sicurezza RC1 è facilmente forzabile e non rappresenta una barriera di sicurezza contro le effrazioni dei malintenzionati.

Un serramento con classe di sicurezza RC2 vanta una maggiore resistenza, ma uno scassinatore esperto può comunque riuscire a entrare se dotato della strumentazione adatta.

– La classe di resistenza RC3 indica invece serramenti che possono mettere in seria difficoltà i ladri, richiedono l’impiego di attrezzature più efficaci per essere forzate e necessitano comunque di più tempo per essere aperte. Le finestre antieffrazione RC3 non sono impenetrabili, ma hanno la capacità di opporsi all’attacco costringendo il ladro a utilizzare diversi tipi di attrezzi e per diverso tempo, cosa questa che scoraggia il tentativo di scasso.

Se vuoi proteggere la tua abitazione devi quindi installare finestre antieffrazione RC3.

… ma quali finestre antieffrazione scegliere?

La finestra Sekur di Schulz è la prima finestra di sicurezza nel nostro Paese che vanta la classe di resistenza RC3. La prova a cui è stato sottoposto il serramento, in base alla norma UNI EnV 1627-1630, è la simulazione di un tentativo di effrazione in un tempo totale di 20 minuti utilizzando vari tipi di attrezzi come cacciaviti, cunei in legno e in plastica, pinza regolabile, giratubi, filo di acciaio, martello, coltello, trapano manuale, chiave inglese. Per ottenere la classe di resistenza RC3 al termine della prova il serramento deve risultare ancora chiuso, impedendo di accedere all’interno.

La finestra Sekur è difficile da scardinare e resiste ai tentativi di intrusione perché:

– I vetri sono stratificati 44.6: una categoria di resistenza P5A che garantisce elevati standard si resistenza allo scasso.

– La ferramenta, oltre a essere di sicurezza, è montata perimetralmente su tutti e quattro i lati della finestra per far sì che si possano montare più nottolini antistrappo ed è inoltre avvitata su un rinforzo in acciaio.

I nottolini sono avvitati sul rinforzo del telaio, inseriti dentro riscontri in acciaio.

Inoltre, grazie alla collaborazione con Allianz, acquistando il Sistema Sekur di Schulz puoi avere per 1 anno una polizza assicurativa sulla tua casa. La polizza protegge il contenuto della casa, dagli oggetti più pregiati a quelli che lo sono meno. L’assicurazione si estende anche al contenuto delle pertinenze, come garage e cantina, e copre i danni arrecati alle finestre da un tentativo di scasso.

Non aspettare oltre: scopri come mettere in sicurezza la tua casa montando le finestre Sekur di Schulz!

Scopri le linee dei nostri serramenti e infissi

Resta aggiornato:

Iscriviti alla newsletter di Schulz per ricevere sempre nuovi contenuti...